EXPOP 2014

/EXPOP 2014
EXPOP 20142015-10-12T22:22:36+00:00

VINCITORE EXPOP 2014: VESPIAMO

DESCRIZIONE: Sono studenti di un master universitario i vincitori della terza edizione di Expop, un’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Milano e del Padiglione Italia, dell’associazione Vivaio, che promuove il rilancio di Milano come capitale mondiale della cultura, della qualità del vivere e delle imprese innovative. A vincere l’edizione 2014 di Expop è stato VespiAMO, un progetto di scooter sharing per Milano e per tutte le città del mondo, che ha conquistato le giurie dopo una lunga battaglia con le altre 23 proposte in gara.
VESPIAMO, MUOVERSI IN CITTÀ A CAVALLO DI UNA VESPA
A ideare VespiAMO sono stati Giulia Mattoscio, Giulia Neri, Mia Pivčević, Alessandro Razzini, Riccardo Serafini, studenti del Master in Marketing e Comunicazione dell’Università Bocconi. Si tratta di un servizio di scooter sharing caratterizzati da un pick up e drop off estremamente semplici, istantanei, basati sullo stesso meccanismo che ha già determinato il successo del car e del bike sharing, ma con in più i vantaggi offerti dallo scooter per muoversi nel traffico urbano.
Follow up: nell’estate 2015 il Comune di Milano introduce il primo servizio di scooter sharing del mondo a un anno di distanza dalla presentazione del progetto in Expop 2015.

SECONDO POSTO EXPOP 2014: ITERART

Progetto di Duilio Forte, artista e architetto, in collaborazione con Luisa Castellini. Il servizio mira a far conoscere ai visitatori di Expo (e in futuro ai turisti in generale) i circuiti delle eccellenze milanesi, creando una mostra itinerante formata da reti di atelier d’arte, botteghe del design e centri di artigianato. IterArt è un network di atelier e studi di artista. Attraverso una mappa e una rappresentazione virtuale degli spazi rende accessibile agli appassionati e ai collezionisti i luoghi dove gli artisti creano le proprie opere. Il più autentico dei musei, dove l’arte si crea e non solo si espone. La mAPPa (applicazione-mappa) dedicata consente di consultare gli itinerari, prenotare gli appuntamenti, eventualmente anche guidati, acquistare opere o cartoline d’artista.
Follow up: La prima edizione di ITERART è stata organizzata il 20 marzo 2015 nel corso della Art Night Out.

TERZO POSTO EXPOP 2014: SLOW TOWN, per una milano rilassante.

Il gradino più basso del podio è andato a Slow Town, progetto di Sonia Guidazzi, content editor e social media manager, che vuole stimolare la “degustazione” di una città diversa, tutta da scoprire, al di fuori dei circuiti più noti per migliorare la qualità di vita dei cittadini. In realtà esistono già molte “quiet zone” al riparo dalla frenesia urbana, basta conoscerle. Angoli silenziosi dove accomodarsi per una pausa ristoratrice, mangiare bene, dialogare, rigenerarsi, leggere o riposare. Luoghi tranquilli e confortevoli, spesso immersi nel verde, dotati di luci soffuse.

ALTRI PROGETTI EXPOP 2014

ID DESIGN. MILANO UNDERGROUND
a metropolitana come manifesto dell’identità di Milano capitale del design, trasformando le linee sotterranee in itinerari alla scoperta dell’identità, dei luoghi e della storia che passa sopra ogni fermata.
Di Ugo Poletti

MIUSIC
Il circuito di musica dal vivo per trasformare Milano in una music factory, offrendo agli artisti la possibilità di esibirsi in spazi pubblici o privati prestabiliti, i cosiddetti MIusic corner, ossia palchi all’occorrenza.
Di Arianna Ricotti e Francesco D’Acri

ARTIGIANOURBANO
Alla riscoperta delle arti applicate portando in piazza e per strada il lavoro di artigiani professionisti, attraverso workshop e incontri aperti al pubblico.
Di Sydney Lukee Oketayot

PLOOTO
Public & Private Space sharing, ossia la condivisione e l’utilizzo di spazi che permettono di ripensare e reinventare il modo di vivere i luoghi della città attraverso la mappatura e un sistema di marketplace di spazi pubblici e privati.
Di Rossana Fabozzi

IL PARCO DEL BENESSERE
Urban park reload. Un concept nuovo di parco, da spazio verde per il relax a centro propulsore di innovazione, di una nuova concezione di benessere fisico, psichico e sociale, attraverso l’interazione con le altre infrastrutture dedicate al benessere.
Di Alberto Sanna

QUARTIERI IN LUCE
Un direttore di fotografia per colorare ogni quartiere di luce nuova, stimolando una competizione creativa tra i diversi quartieri per scoprire come la luce può rendere magico anche il luogo più consueto.
Di Gero Guagliardo

EXPO RUNNER
Dalle piste ciclabili alla pista per corridori urbani con percorsi metropolitani informati, connessi, personalizzabili e magari anche social, all’avanguardia rispetto a ogni altro percorso per runner nelle città del mondo.
Di Michele Zanoni

IL BUON CAFFÈ SOSPESO
Offrendo un caffè pagato per chi non se lo può permettere in una rete di bar, ristoranti e più in generale esercizi pubblici aderenti, Milano finanzia progetti in tutto il mondo, diventando impresa sociale a scopo benefico.
Di Alessio Pieroni

EXPOSTORIES
Da visitatori si diventa cronisti e autori sul set più grande del mondo. Basta uno smartphone e l’app gratuita dedicata che consente di creare una sceneggiatura per raccontare Expo e la città Milano vista da Expo: la storia dell’esposizione universale fatta di piccole storie.
Di Linda Ferrari

6AMILANO
Il gioco di società che consente di conoscere e diriprogettare la città, attraverso un app per smartphone e tablet che rende 6aMilano sia un game interattivo sia un vademecum di viaggio.
Di Flavio Sbalchiero, Stefania Saracco, Patrizia Sbalchiero, Andreina Iebole – interior designer.

SEZIONE INTERNAZIONALE EXPOP 2014

VINCITORE: FLYING NIGHTS
Lampioni volanti (Chiara Gianola dalla Spagna) in alcune vie particolarmente buie ci saranno dei “lampioni volanti”, che si alzeranno sopra i pedoni grazie a speciali sensori, accompagnandoli nel loro tragitto.

SECONDO: TRAM BIBLIOTECA (Xaris Eihn Ho dalla Grecia)
Un tram in movimento nelle piccole cittadine e nei centri minori per permettere alle persone di leggere libri, seguire letture di autori importanti, portare in particolare i bambini a scoprire il mondo della letteratura.

TERZO: TAKE AWAY CINEMA (Ryan Wong dal Canada)
Recuperare la tradizione del cinema da seduto per strada, in compagnia dei vicini di casa, attraverso pellicole proiettate direttamente sui muri dei palazzi.

ALTRI PROGETTI EXPOP 2014

HAPPY SCREEN (Anush Manukyan dall’Armenia): inserire in diversi punti della città una serie di maxischermi con video in loop di bambini che ridono, per regalare un po’ di buon umore ai cittadini.
METRO SOFA (Gabriela Levy dal Brasile): distribuire poltrone portatili all’ingresso della metro per godersi il tragitto, magari anche con un servizio premium.
RAINY TO GO (Lera Nechaeva dalla Russia): un distributore di scarpe e copriscarpe da pioggia, presente nei punti strategici della tua città, #pioggianontitemiamo.
CROSSING FRIEND (Kristina Rudoman dall’Ucraina): una piattaforma mobile per aiutare anziani e disabili ad attraversare la strada.
TAXI ROSA (Angela Alesci dall’Egitto): un network di taxi guidati da donne e riservati solo ed esclusivamente alle donne. Ogni taxi rosa avrà anche tutti i kit (es. per il trucco) e accessori a misura di donna.
SPEAKING STREET – Cartelli parlanti (Helmy Handoyo dall’Indonesia): addio passante a cui chiedere indicazioni, saranno i cartelli stradali a darti anche informazioni sonore, indicandoti come muoverti per la strada e quali regole rispettare.
SHAKE THE TRAFFIC – Semafori musicali (Maripaz Cano dal Messico): un repertorio musicale offerto dai semafori stessi, che durante il rosso faranno partire una musica per rendere più simpatica l’attesa del verde.